FELDENKRAIS ON THE BEACH

La posizione a pancia in giù presenta non poche difficoltà per molte persone: può creare scomodità nella zona lombare, mettere in tensione il collo e creare problemi alla colonna in generale.

Questa lezione è pensata per agevolare la posizione della testa e della schiena da proni ed ha un effetto miracoloso per liberare il collo migliorandone allo stesso tempo la comodità e la mobilità.

Prima di premere Play  leggi le linee guida allo svolgimento delle lezioni Feldenkrais, perché il modo in cui esegui i movimenti fa la differenza per il successo della lezione e il tuo benessere finale.

Buona lezione e buone vacanze!

LINEE GUIDA ALLO SVOLGIMENTO DELLE LEZIONI

1. LA COMODITA’ PRIMA DI TUTTO

In queste lezioni vogliamo non solo allentare le tensioni ma sciogliere le resistenze profonde, se il corpo non è comodo, il cervello sarà continuamente distratto dalla scomodità e non potrà elaborare in modo adeguato le informazioni che riceve dal movimento.

2. VAI PIANO E RIDUCI LO SFORZO MUSCOLARE

Questo è il principio più importante da mettere in pratica quando ti muovi. Meno equivale a più: i movimenti vanno eseguiti in modo lento e senza sforzo.

3.MUOVITI CON ATTENZIONE

La consapevolezza è lo strumento potente per attivare nuovi collegamenti nel cervello e, di conseguenza, nel corpo. E’ necessario che tu senta quello che stai facendo perché, senza percezione del movimento non c’è vero apprendimento e non c’è controllo.

4. INSISTI SU MOVIMENTI FACILI E LEGGERI

Di solito impariamo attraverso la strada più dura, il detto “no pain, no gain” (nessun dolore, nessun risultato) è profondamente radicato nella nostra cultura medica e sportiva. Purtroppo quest’abitudine  alimenta lo schema del dolore e allontana la possibilità di un vero benessere.

5. RICERCA LA SENSAZIONE DI PIACERE

Quando si prova dolore, si cerca sempre, anche in modo inconscio, il dolore. Ma questa è un’abitudine e come tale si può modificare. Quando ci muoviamo ricercando le sensazioni piacevoli, spostiamo l’attenzione e permettiamo l’emergere di nuove condizioni fisiche: il respiro si apre, i muscoli e le articolazioni si ammorbidiscono,  la resistenza  scompare e ci si sorprende a fare le cose in modo più facile e più semplice.  

6. RISPETTA LE PAUSE

Per permettere al cervello di elaborare ed integrare le nuove informazioni.

7. FERMATI SE SENTI DOLORE. 

Cerca di trovare una maniera alternativa di muoverti andando a ricercare le sensazioni di piacere di cui parlavamo prima.

In qualsiasi momento puoi contattarmi all’indirizzo di e-mail beatrice@miastudio.it

Un’ ultima cosa prima di premere PLAY: Stendi un telo o un tappetino,

mettiti comodamente sdraiat* sulla schiena,

chiudi gli occhi e ascolta il tuo respiro…

conta fino a 3, 2, 1

ora premi PLAY